People

PEOPLE

MdAA è uno studio di architettura ubicato a Roma fondato da Massimo d’Alessandro nel 1990.
Dopo molti anni di attività lo studio è cresciuto e vanta un team di soci e collaboratori multigenerazionale e interdisciplinare. Il suo principale punto di forza è proprio questo mix tra solidità dell’esperienza realizzativa e capacità di innovazione riferita alla cultura contemporanea. Tali caratteristiche sono supportate non solo dalla sperimentalità del lavoro interno ma anche da una costante connessione con ambienti esterni legati alla ricerca (Università Sapienza) e alla produzione artistica del mondo contemporaneo. MdAA è uno studio di architettura ubicato a Roma fondato da Massimo d’Alessandro nel 1990.
Dopo molti anni di attività lo studio è cresciuto e vanta un team di soci e collaboratori multigenerazionale e interdisciplinare. Il suo principale punto di forza è proprio questo mix tra solidità dell’esperienza realizzativa e capacità di innovazione riferita alla cultura contemporanea. Tali caratteristiche sono supportate non solo dalla sperimentalità del lavoro interno ma anche da una costante connessione con ambienti esterni legati alla ricerca (Università Sapienza) e alla produzione artistica del mondo contemporaneo.
-
Read more.

Massimo d'Alessandro

 Founder, Creative Director 

 

Massimo d'Alessandro

Massimo d’Alessandro, è il fondatore e il Direttore Creativo di MdAA.

Architetto, designer, professore universitario, inizia la sua storia di progettista con l’esperienza dell’architettura radicale romana come animatore dello studio STASS, compagno di strada di molti importanti artisti, è da sempre vicino al mondo dell’arte contemporanea. Ha studiato e approfondito l’architettura ambientale applicata al mondo della produzione vino. La sua vita è caratterizzata da una larga apertura al mondo contemporaneo segnata da passioni che ha percorso sempre ad alti livelli inseguendo ossessivamente la ricerca della qualità massima.

 

Dal 1965 al 1977 è membro dello Studio STASS, con Giorgio Ciucci e Mario Manieri-Elia) . E’ in  questo stesso periodo che inizia la frequentazione nel mondo dell’arte contemporanea. Nel 1974 apre una galleria a cui, un anno dopo, si associa Ugo Ferranti. Nel triennio 75-78 la D’ALESSANDRO-FERRANTI diventa, grazie a numerose mostre di livello internazionale (R.Morris, Schifano, D.Buren, G.Paolini, R.Tuttle  ed altri), un riferimento a livello nazionale e internazionale.  Si è poi dedicato per un decennio in modo esclusivo, all’insegnamento ed alla ricerca scientifica, lascia dunque lo studio di progettazione e la Galleria ma resta una presenza assidua nell’ambito dell’arte, in qualità di collezionista e consulente, che lo porta a rapporti di continuo scambio ed amicizia con alcuni artisti di grande rilievo internazionale (Schifano, Boetti, Shapiro, Paolini, Tuttle, etc.) e con grandi Gallerie (Sperone, Mazzoli, Nosei, Gladsone, etc.). Dal 2004 per circa un decennio è membro del Comitato tecnico a cui è delegata la certificazione di autenticità per l’Archivio Mario Schifano.

 

Nel 1977 vince la Cattedra di Disegno Industriale ed entra a far parte del corpo docente della facoltà di Architettura dell’Università Sapienza di Roma con cui insegna e svolge attività di ricerca per circa 40 anni.  Nel corso di questi anni è stato fondatore e coordinatore del Dottorato di ricerca (PhD) in Tecnologia dell’Architettura e Disegno Industriale, Direttore del Dipartimento di Industrial Design Tecnologie dell’Architettura e Cultura dell’Ambiente, Coordinatore dei Corsi di Interior, Exhibit e Public Design, ha promosso ricerche sui metodi di progettazione in relazione allo sviluppo tecnologico e su alcuni momenti fondamentali del design italiano. Nel 1988 è tra i vincitori del concorso tra professori universitari per l’ampliamento della facoltà di architettura. Riprende dunque l’attività di progettista fondando MdAA Architetti Associati di cui è tutt’oggi direttore creativo e le cui opere più importanti sono pubblicate su numerose riviste italiane e estere.

-
Read more.

Paolo Pannocchi

 Partner, Office Manager 

 

Paolo Pannocchi

Paolo Pannocchi è partner di lungo periodo e Direttore Operativo di MdAA, affianca da quasi trent’anni Massimo d’Alessandro nella conduzione dello studio. Architetto e designer ha maturato grande esperienza nella progettazione a scala territoriale che gli deriva dal suo grande interesse per lo sviluppo storico urbanistico dei maggiori centri europei e della città di Roma, suo luogo di origine, di vita e di studi approfonditi.

 

Nel 1982 comincia la sua attività professionale dedicandosi alla progettazione e alla riqualificazione di contesti storici della città di Roma e nel 1987 fa parte del gruppo di progettisti della Fontana Massimina e del Giardino di Ponte Milvio, due progetti vincitori del Concorso per la riqualificazione di alcuni aree verdi nel cuore della città. Parallelamente si dedica anche alla progettazione di interni e di oggetti d’arredo; nel 1990 diviene socio di MdAA con cui continua a proseguire tutt’oggi la sua attività sovraintendendo alle varie fasi dei lavori, dall’impostazione del progetto alla realizzazione. In particolare, tra i vari lavori, si è occupato del coordinamento dei progetti a scala territoriale, tra cui citiamo la costruzione della Nuova Sede di zona di Ama a Tor di Quinto nel 2000, il restauro e l’ampliamento del Borgo Syrah a Manzano nel 2008 e la nuova palazzina Soter a Lecce, tutt’ora in fase di completamento.

 

Si è inoltre occupato dei progetti in ambito sanitario per l’espansione del Policlinico Umberto I e per le onlus AIL e Gimema ed è stato correlatore alla tesi di laurea “l’umanizzazione dello spazio di cura, progetto per un centro  di ematologia pediatrica”   presso la facoltà di Architettura di ROMA TRE; Nel corso della sua carriera ha mantenuto uno stretto rapporto di collaborazione con il mondo universitario: è stato titolare del corso di Storia urbanistica di Roma presso la Libera Università “UPTER”; dal 1990 al 1994. Nel 1993 inizia la sua collaborazione con l’Università di Roma Sapienza presso la facoltà di Architettura dove fino al 2003 affianca Massimo d’Alessandro nella didattica dei corsi di Disegno industriale. Nel 2004 è titolare del corso di modellazione dell’Atelier di Disegno 3.

-
Read more.

Maria Cagnoni

 Partner, Project & Contruction manager 

 

Maria Cagnoni

Maria Cagnoni, è partner e Project & Contruction manager di MdAA, coordina la fase di Direzione Lavori dei progetti più complessi controllando l’operato degli appaltatori, gestisce i rapporti contrattuali ed economici tra committenti e imprese. Il cantiere è per lei una seconda casa, fin da bambina ne ha respirato l’atmosfera accanto al padre Maurizio, uno dei più noti direttori dei lavori e partner storico dello studio, che è stato il suo maestro e le ha insegnato il mestiere in tutti i suoi dettagli pratici e formali.

 

Ha cominciato a lavorare parallelamente al percorso di studi e successivamente ha svolto attività professionale in proprio, come progettista e direttore dei lavori cominciando la collaborazione con MdAA nel 2006 associandosi allo studio nel 2012: dal 1995 al 1999 è stata assistente del direttore dei lavori e responsabile del procedimento dell’Ufficio Speciale per la realizzazione dell’Auditorium del Comune di Roma; nel 2002 ha lavorato con lo studio Zagari al progetto vincitore del concorso Riqualificazione delle Rive, lungomare del centro storico di Trieste, nel 2009 ha lavorato al collaudo statico e tecnico amministrativo della nuova biblioteca Hertziana per Max Planck Gesselshaft in Roma; nel 2010 ha collaborato alla gestione dell’appalto della nuova biblioteca Hertziana per le Max Planck Gesselshaft; nel 2011 con Maurizio Cagnoni, per conto di Finmeccanica FGRE, ha portato a termine il collaudo tecnico-amministrativo relativamente alle opere di ristrutturazione “Hangar A” Tessera; nel 2012-2013 è stata assistente al collaudo tecnico-amministrativo in corso d’opera e finale dello stabilimento industriale TASI a L’Aquila.

-
Read more.

Susanna Mirza

 Partner, Concept Design Leader  

 

Susanna Mirza

Susanna Mirza è partner e Concept Design Leader di MdAA. Architetto e PhD in Tecnologia dell’architettura e disegno industriale, si occupa della attività di ricerca e di impostazione alla base della fase di ideazione dei progetti oltre a essere responsabile della comunicazione e delle relazioni esterne dello studio. Ha lavorato per più di 10 anni in ambito accademico per l’Università Sapienza di Roma. Appassionata da sempre degli studi sull’evoluzione del pensiero, esplora curiosamente saggistica di ogni tipo, in particolare quella scientifica.

 

Nel 2002 vince la borsa di studio per il Dottorato di Ricerca dell’Università degli Studi di Roma Sapienza e comincia la sua attività presso il Dipartimento di Industrial Design Tecnologia dell’Architettura e Cultura dell’Ambiente (DATA–PDTA) della Facoltà di Architettura dove, per un decennio si è occupata di Interior, Exhibit e Pubblic Design e dell’applicazione semantica ed espressiva di nuovi materiali e tecnologie al progetto. Nel 2009 Vince l’Assegno di Ricerca per “Innovazione di processo e di prodotto nell’area del design”; Ha curato diverse pubblicazioni inerenti tali tematiche e scritto numerosi articoli su riviste specializzate; Parallelamente alla attività di ricerca ha svolto attività di didattica e di coordinamento: dal 2003 al 2012 è docente titolare (adjunct professor) degli Atelier di Progettazione del Corso di Laurea in Disegno Industriale dell’Università Sapienza; negli stessi anni collabora con il Professor Massimo d’Alessardro, al coordinamento e all’organizzazione della didattica di tutti i Laboratori di Interior, Exhibit e Public Design del Corso di Laurea.

 

Parallelamente alla attività accademica comincia la sua carriera professionale come architetto occupandosi prevalentemente di progettazione di interni, di trasformazione e ampliamento di manufatti esistenti; dal 2005 al 2009 è capo progetto per il recupero del Castello Guglielmi sul lago Trasimeno e la sua riconversione in struttura turistico ricettiva. Dal 2013 al 2017 è capo progetto di Meps Energia e Ambiente per la realizzazione degli uffici, laboratori di ricerca e produzione farmaceutica Okairos Reithera al Tecnopolo di Pomezia. Nel 2016 consolida il lungo rapporto di collaborazione con MdAA divenendo partner. Nel 2017 è Responsabile Scientifico per la società We-Trade nel progetto di ricerca e formazione con Università Sapienza “Italy@China: innovative scenarios for Interior and Exhibit Design…” dedicato allo scambio tra Italia e Cina.

-
Read more.

Antonio Luchetta

 Partner, Project & Tecnologies leader 

 

Antonio Luchetta

Antonio Luchetta è partner e Project & Tecnologies leader, si occupa dello sviluppo delle parti tecnologicamente complesse di tutti i progetti di MdAA. Architetto e designer grazie ad una ampia conoscenza della tecnologia dell’architettura, si dedica con cura allo sviluppo di dettaglio con soluzioni esecutive di grande eleganza e originalità. Profondamente curioso di tutto ciò che riguarda le invenzioni costruttive degli oggetti, utilizza materiali insoliti e di recupero per fabbricare lampade nel tempo libero.

 

Si unisce a MdAA nel 1997 al termine del percorso di studio. Sin da subito emerge per l’affidabilità tecnica e le sue capacità di controllare il dettaglio architettonico con eleganza. Viene dunque coinvolto nella progettazione esecutiva e nella cantierizzazione di molti progetti dello studio tra cui le varie cantine di vinificazione, le cabine Telecom in vetro stratificato e il ponte pedonale a villa Doria Pamphili sviluppato con Ove Arup & Partners. Tra il 2000 e 2004 assiste Massimo d’Alessandro nel Corso di Disegno Industriale della facoltà di Architettura dell’Università Sapienza di Roma.

-
Read more.

Francesco Sorrentino

 Partner, Project Leader 

 

Francesco Sorrentino

Francesco Sorrentino è partner e Project Leader di MdAA. E’ l’anima concreta dello studio: con capacità programmatoria, si occupa di gestire la fase di sviluppo dei progetti complessi, coordinando anche l’attività di tutte le figure professionali coinvolte nel lavoro. La sua personalità duplice, nel privato usa la propria manualità per il restauro di oggetti e mobili, fa emergere spesso una vena poetica che arricchisce il suo bagaglio di competenze.

 

Ha cominciato a lavorare parallelamente al percorso universitario e dal 2004 inizia la propria collaborazione con MdAA, di cui diviene socio nel 2016. Sin dagli esordi è stato coinvolto in particolare nelle fasi definitive ed esecutive dei lavori. Cura per lo studio anche i rapporti con le amministrazioni pubbliche e segue i vari iter di approvazione dei progetti, è coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione.  Attualmente è capo progetto dell’intervento di riqualificazione urbana del comparto “Campofranco”un lotto storico di 4.000 mq nella zona A2 del centro storico della città di Bolzano il cui cantiere è iniziato nel 2017 e per il quale MdAA aveva vinto il concorso di idee a inviti “Palais Campofranco”bandito dalla Ca.Do.Ma. Srl nel 2016.

-

Alessio Pesciaroli

 Architect 

-

Stefano d'Alessandro

 Architect 

-

Erica Indiveri

 Architect 

-

Chiara Zazzini

 Architect